Ricinus Communis

Famiglia: euphorbiaceae.

Descrizione: pianta annuale monoica di media statura o cespugliosa e perenne, ed allora alta 4-8 m, con foglie verdi o rossastre, peltate, ossia il cui lembo o lamina si inserisce sul picciolo verso il centro della pagina fogliare, seghettate, con 7-11 lobi profondi, aventi una lunghezza anche di 20 cm ed una larghezza di poco inferiore; pagina inferiore con nervature in rilievo; infiorescenze a pannocchia con fiori maschili gialli localizzati nella porzione inferiore con numerosi stami ramificati, quelli femminili apicali, con 3 stili rossastri. Il frutto è una capsula spinulosa costituita da 3 valve, con all’interno 3 semi ovoidi di circa 1 cm di aspetto marmorizzato.

Antesi: marzo-ottobre.

Habitat: terreni incolti, zone ruderali e zone umide marginali, da 0 a 300 m s.l.m.

Proprietà ed utilizzi: l’olio di ricino, ricavato dai semi, è utilizzato come purgante e per lavorazioni industriali come lubrificante; contiene l’acido ricinoleico capace di alterare la mucosa intestinale provocando un’azione purgativa intensa e spesso irritante. L’ingestione dei semi, per la presenza di alcune sostanze fortemente tossiche (ricina), provoca all’organismo gravi intossicazioni con pericolo mortale!

Mibact
LOGO UE
Repubblica Italiana
Comune di Diamante
Poin

CONTATTI

   info@polocerillae.it
   0985 81398
  Via P. Mancini, 10 – 87023 Diamante (CS)

© 2016 POLO CERILLAE – Privacy Policy | Mappa del Sito |